skip to Main Content

La Bottega Mirta Morigi celebra i 45 anni di attività con la mostra “Dalla Sorgente al Blu” alla Rocca di Riolo Terme 20 Giugno 2018 LEGGI Diagonal Eleven: undici artisti ceramici da tutto il mondo in visita a Faenza 12 Giugno 2018 LEGGI Buongiorno Ceramica 2018 Buongiorno Ceramica!: per l'edizione 2018, alla Bottega Morigi si "paciuga con la terra" 10 Maggio 2018 LEGGI

Bottega Morigi

La sua bottega, sul modello di quelle rinascimentali e situata nel centro storico della città, è diventata negli anni un luogo d’incontro e di scambio fra persone e culture diverse. L’attitudine alla lettura critica del disegno di progetto e la capacità di trasformarlo in prodotto finito, la rende oggi un modello europeo di nuova bottega d’arte, di fabbrica estetica, proponendo oggetti sempre di alta dignità e garbo materiale e formale, ma senza mai rinunciare a leggerezza e ironia. Una produzione che si arricchisce di continuo attraverso lo studio di nuove collezioni, affermando la ceramica come uno specifico linguaggio volgare e illustre, un genere border-line tra sofisticata tradizione umorale e spregiudicata innovazione. Il “ saper fare” della bottega Morigi e delle sue talentuose ragazze rientra in quella pratica antica che prevede per l’oggetto un misto di virtù tecniche e di creatività e manualità, estro, originalità, saperi, audacia e bellezza. E’ qui che Mirta e le sue ragazze, Edda, Serena, Erika, Gaia insieme al grande maestro torniante Sergio Soli, lavorano e sfornano a getto continuo ceramiche calde come il pane.

 

La ceramica di Mirta è pop, facilmente riconoscibile ed indimenticabile per i suoi smalti che tendono ad essere sempre vivacissimi e puri, densi e vibranti in grado con la loro lucentezza di cambiare la percezione della forme stesse.
Per le composizioni scultoree, Mirta si è ispirata ad un bestiario naturalistico particolare con predilezione per rettili e anfibi: lucertole, camaleonti, geki e raganelle che diventano anse, veri propri manici, o scalano forme sconvolte con la fierezza di creature preistoriche.
Scendendo gradualmente le valli e le colline dove questo bestiario si sviluppa ed elaborando ogni possibile suggestione, in una dimensione poetica si arriva al mare, dove un immenso mondo di nuove ispirazioni la attendono. A livello internazionale, nel corso degli ultimi decenni le città ceramiche di molti Paesi nel mondo hanno aperto le porte a scambi culturali e artistici e Mirta Morigi ha fatto parte di questi eventi dall’ Australia alla Cina, dalla Corea al Giappone e anche in India, condividendo esperienze e saperi. Molte delle sue opere si trovano infatti in collezioni pubbliche e private in giro per il globo.

CLAY IS COOL!

Back To Top